Crotone-Cesena 1-2. Rossoblù sorpassati nella ripresa

Crotone-Cesena 1-2. Rossoblù sorpassati nella ripresa

CROTONE (4-3-3): Gomis, Del Prete, Abruzzese (dal 29’ pt Prestia), Ligi, Mazzotta; Matute, Galardo, Crisetig; De Giorgio (dal 24’ st Boniperti), Ishak (dal 12’ st Mastriani), Torromino. In panchina: Secco, Riggio, Pasqualini, Romanò, Dezi, Cataldi. Allenatore: Drago

CESENA (4-2-3-1): Campagnolo, Renzetti, Volta, Capelli (dal 22’ st Krajnc), Consolini; De Feudis, Coppola; Defrel, Tabanelli (dal 1’ st Rodriguez), D’Alessandro; Succi (dal 12’ st Cascione). In panchina: Coser, Ricci, Arrigoni, Nadarevic, Garritano, Granoche. Allenatore: Bisoli

ARBITRO: Pairetto di Nichelino (TO) (Di Iorio e Borzomi).

MARCATORI: 9’ pt Torromino (Cr), 6’ st Rodriguez (Ce), 37’ st Ligi (aut.) (Cr).

NOTE: Ammoniti: Tabanelli (Ce), De Feudis (Ce). Angoli 8-5.

Prima in casa per il Crotone e prima delusione. Il Cesena passa con una ripresa accorta e decisa, rimontando la squadra di Drago che si scioglie e vanifica un buon primo tempo. Parte forte il team rossoblù che aggredisce subito gli avversari. Il gioco si sviluppa prevalentemente sulla sinistra d’attacco dei padroni di casa, con Torromino e Mazzotta che formano subito il binario giusto. Al primo attacco dalla destra, però, arriva la rete del vantaggio: assist al bacio di Del Prete e colpo al volo strepitoso di Torromino che piazza la palla sotto l’incrocio dei pali.
I rossoblù sono brillanti e provano a trovare subito il raddoppio. L’occasione più ghiotta è per Matute che trova spazio centralmente e con un tiro angolato fa gridare al gol: ottima però la parata in tuffo di Campagnolo. La notizia più brutta arriva però poco prima della mezzora con Abruzzese che per problemi muscolari è costretto a lasciare il posto a Prestia. Nel primo tempo succede poco altro.

Il ritorno in campo dopo la pausa non è dei migliori. Passano soltanto sei minuti e Prestia si fa sorprendere centralmente dal neo entrato Rodriguez che protegge la palla col fisica ed infila Gomis da pochi metri. La rete stordisce i padroni di casa che faticano non poco a ritrovare il bandolo della matassa. Drago mette in campo Mastriani al posto di un Ishak che ha lasciato davvero poche tracce.
Prestia accusa il colpo psicologico e al 22’ st liscia una palla consentendo a Rodriguez il tiro facile solo davanti alla porta, ma l’attaccante stavolta sbaglia clamorosamente. Gli ingressi di Mastriani e Boniperti ravvivano comunque l’attacco, e sfiorano la rete prima Del Prete con un gran diagonale parato e poi l’uruguaiano di testa. La frittata si concretizza ad 8 minuti dalla fine quando Ligi nel tentativo di intercettare una palla devia nella propria porta.

Il finale è un assalto al fortino ma il Crotone in area non ha peso e così la gara finisce con una sconfitta per gli uomini di Drago tra la delusione cocente dei propri tifosi. Una stagione che è partita male, le tre sconfitte di fila non fanno stare tranquilli, ma c’è tutto il tempo per recuperare.

Lascia un commento

Scroll To Top