Crotone-Catania, le pagelle dei rossoblù. Pochi acuti, squadra sulla sufficienza

Crotone-Catania, le pagelle dei rossoblù. Pochi acuti, squadra sulla sufficienza

Pari raggiunto all’ultimo respiro per il Crotone, ma contro il Catania è stata confermata la sensazione già avuto con Ternana e Carpi: non è ancora la squadra della passata stagione come ritmo, intensità e determinazione. Le prestazioni dei singoli si sono quasi appiattite verso una sufficienza stentata senza particolari acuti.

SECCO 6: Il Catania è sempre pericoloso ma concretamente impegna molto raramente il portiere brasiliano, bravo nelle uscite alte.

ZAMPANO 6: Aveva iniziato discretamente a destra, poi l’infortunio di Modesto lo ha costretto a spostarsi a sinistra. Lì è adattato e non può spingere, ma è da apprezzare il sacrificio e la volontà nel farsi trovare sempre dai compagni.

CLAITON 6: Se la cava abbastanza bene con mestiere.

FERRARI 5,5: Una partita giocata abbastanza bene rovinata però dalla mancata chiusura su Calaiò per il gol che poteva costare la sconfitta.

MODESTO 5,5: Si fa male alla mezzora del primo tempo, ma fino a quel momento non era riuscito a fare ciò che i tifosi si aspettano da lui. Deve trovare ancora la migliore condizione.

Dal 32′ pt BALASA 5,5: Non entra bene in partita. Spinge poco e fa troppi errori in difesa.

SUCIU 5: Spento e con poche idee. Continua a non convincere, ma Drago ha grossa fiducia in lui.

Dal 26′ st PADOVAN 6: Diventa determinante nel recupero guadagnandosi il rigore.

DEZI 6,5: Più responsabilità per lui nel ruolo di regista, ed è comunque anche il più pericoloso dei suoi nella prima frazione di gioco.

MAIELLO 6: Sbaglia diversi palloni ma è anche molto attivo. Cerca sempre di mettersi al centro del gioco non lesinando impegno.

CIANO 6: Freddo nella trasformazione del penalty. Prima di ciò una partita condita da troppi errori di misura.

BELECK 6: Il più concreto dell’attacco, cerca di svariare mettendo anche qualche bella palla in mezzo, ma dovrebbe esserci anche lui nel centro dell’area per buttarla dentro.

DE GIORGIO 5: Un primo tempo troppo anonimo per meritare la conferma. Drago lo sostituisce per dare maggiore brio alla manovra offensiva.

Dal 1′ st ODUAMADI 6: Più propositivo del compagno di squadra che ha sostituito, ma può fare molto di più.

DRAGO 6: Il Crotone non piace, ma in questa partita bisogna considerare anche il valore di un avversario che, classifica a parte, sembra di un’altra categoria come uomini. Sistema un po’ la squadra nella ripresa ma col Vicenza sarà necessario un po’ di turnover.

 

 

Lascia un commento

Scroll To Top