Crotone, altro scatto playoff. Battuto il Cittadella con un gol per tempo e con l’uomo in meno

Crotone, altro scatto playoff. Battuto il Cittadella con un gol per tempo e con l’uomo in meno

(nella foto Ishak, autore della rete del raddoppio)

CROTONE-CITTADELLA 2-0

CROTONE: Gomis, Del Prete, Suagher, Cremonesi, Mazzotta, Matute, Crisetig, Dezi, Giannone (25’ st Ishak), Pettinari (15’ st Cataldi), Bidaoui (15’ st Bernardeschi). In panchina: Secco, Meola, Konè, Galardo, De Giorgio, Diop. Allenatore: Drago

CITTADELLA: Di Gennaro, Colombo, Scaglia, Pellizzer, Alborno, Busellato, Rigoni, Di Donato (19’ st Pecorini), Jidayi (33’ st Coralli), Perez (1’ st Donnarumma), Djuric. In panchina: Pierobon, Gasparetto, Coly, Marino, Pugliese. Allenatore: Foscarini

ARBITRO: Pasqua di Tivoli (assistenti: Chiocchi di Foligno e Pentangelo di Nocera Inferiore)

MARCATORI: 2’ pt Giannone, 35’ st Ishak

NOTE: Ammoniti: Matute (Cr), Dezi (Cr), Perez (Ci), Di Donato (Ci). Espulsi: 38’ pt Dezi (Cr) e Coralli (Ci) dopo il fischio finale.

CROTONE – Continua a sognare il Crotone, di nuovo in zona playoff e, complice anche gli altri risultati positivi, rende la sua candidatura sempre più concreta. Contro il Cittadella non è stata una passeggiata a causa dell’espulsione di Dezi nel primo tempo, dovuta ad un eccesso di severità del direttore di gara in una partita che era corretta e senza eccessi di agonismo, come confermano i soli 5 falli commessi dai rossoblù nei 45 minuti iniziali. Nel primo tempo solo Crotone, con gli uomini di Drago che l’hanno sbloccata subito grazie ad una magistrale punizione di Giannone che ha colpito prima il palo e poi si è insaccata.

Nulla la reazione dei veneti che hanno fatto fatica a superare la metà campo. Anche dopo l’espulsione, negli ultimi minuti del primo tempo, sono stati i ragazzi di Drago ad andare vicini al raddoppio. Diversa la musica nella ripresa, col Cittadella che ha alzato il baricentro ed ha iniziato a mettere palle alte in area di rigore per sfruttare i centimetri di Djuric. Per la verità, però, solo in una occasione la squadra di Foscarini ha fatto venire i brividi ai tifosi pitagorici.

I cambi di Drago nella ripresa hanno ridato linfa all’attacco, con l’azione del 2-0 che è nata da un neoentrato, Bernardeschi, che ha lanciato in profondità Del Prete, abile a servire in area un altro neoentrato, Ishak, che ha realizzato grazie ad un forte destro sotto la traversa. Nel finale annullata una rete a Coralli che, a fine partita, ha cercato addirittura di aggredire l’arbitro ed è stato fermato con molte difficoltà dai propri compagni di squadra, quasi incapaci di placare la sua furia che, verosimilmente, gli costerà diverse giornate di squalifica.

Lascia un commento

Scroll To Top