Cotronei, intervista al diesse Martucci: “Faremo meglio dello scorso campionato”

Cotronei, intervista al diesse Martucci: “Faremo meglio dello scorso campionato”

La voglia di fare bene c’è. Il progetto è anche importante. Ed ora manca solo la vittoria al Cotronei di Carlo Cimicata, che comunque in queste prime uscite sta dimostrando di avere le idee ben chiare e di giocare un buon calcio. E’ stata messa a disposizione dell’ex tecnico del Cassano un’ottima rosa e tanti meriti vanno sicuramente al direttore sportivo Marcello Martucci, che ancora una volta ha dimostrato le sue grandi abilità e di essere uno dei migliori sulla piazza. Ed oggi eccolo qui a colloquio con noi.

Iniziamo da qui. Cosa l’ha spinto ad accettare la proposta del Cotronei ad inizio stagione?

“Su una proposta del direttore generale Olivo, che mi ha spinto ad accettare quest’incarico. Diciamo che già l’anno scorso avevo avuto qualche contatto con i presidenti Fabiano e Alessio, nella seconda metà del campionato, poi mi era stato detto: “nella prossima stagione vedremo di collaborare”. Ed ora eccomi qui. Ho accettato con entusiasmo e  ho trovato persone per bene iniziando  dai presidenti e finendo al magazziniere”.

Mercato svolto in ottimo modo. C’è comunque qualche rimpianto, ovvero non essere riusciti a prendere  un determinato giocatore? E chi è  stato invece il miglior acquisto?

“Durante l’estate abbiamo lavorato in sintonia con la società, il direttore Olivo e il mister Cimicata, tecnico di esperienza elevata, per aver collaborato per anni nel Crotone calcio, per allestire una squadra che possa fare un ottimo campionato.  Anzi l’obiettivo è quello di centrare la zona alta della classifica, pur sapendo che ci sono squadre più blasonate. Vediamo come saremo a dicembre in classifica, poi valuteremo. Abbiamo preso giocatori per la causa Cotronei  che in passato sono già stati in squadra. Gente esperta come Covelli, Godano, Arabia, Basile e Fabiano, in più  giovani di  un certo spessore come Franco e  Cataldi, e abbiamo inserito ragazzi promettenti prelevati dal Crotone e dal Catanzaro. Per me sono tutti ottimi giocatori”.

Dove può arrivare questo Cotronei?

“Io dico soltanto che possiamo fare un buon campionato, dimenticando la stagione passata”.

Pareggio in Coppa Italia. C’è il rammarico di non aver passato il turno?

“No. Abbiamo fatto giocare i ragazzi che domenica non avevano giocato. Infatti Fabiano, Godano, Cataldi, Basile e Tricoli erano in panchina. Magari il mister visto la difficile partita di domenica contro lo Scalea non ha voluto rischiare. C’è anche da considerare che i il Cutro si è rinforzato e non era quello che aveva incontrato la Caccurese. Adesso pensiamo al campionato”.

Inizio di campionato con una sconfitta e un pareggio.  Come sono andate le prime due gare, si poteva ottenere la vittoria?

“Purtroppo nella prima giornata abbiamo incontrato il Locri, squadra allestita per vincere il campionato. Abbiamo  perso, ma sinceramente non meritavamo la sconfitta. Il risultato è stato bugiardo. Con l’Isola un pareggio che ci va strettissimo, abbiamo giocato sempre nella metà campo avversaria. Bravissimo il loro portiere, l’importante era smuovere la classifica”.

Domenica c’è lo Scalea

 “Domenica arriva a Cotronei lo Scalea. Un’ altra corazzata che punta alla vittoria finale, certamente ce la giocheremo ad armi pari”.

Lascia un commento

Scroll To Top