Cotronei 1994, intervista doppia ai presidenti Massimo Alessio e Maurizio Fabiano

Cotronei 1994, intervista doppia ai presidenti Massimo Alessio e Maurizio Fabiano

Da qualche settimana a Cotronei c’è grande festa per la prima storica conquista dell’Eccellenza da parte della squadra di mister Trapasso. Tra i grandi protagonisti della stagione ci sono ovviamente i due presidenti: Massimo Alessio e Maurizio Fabiano, primi tifosi della squadra e grandi trascinatori di tutto l’ambiente. Ai due abbiamo fatto una intervista doppia su questa promozione. Dalla lettura capirete anche la differenza tra i due presidenti, che vivono praticamente in modo opposto una identica situazione. Come si suol dire, gli opposti si attraggono e portano vittorie.

Presidenti, un traguardo incredibile che avete festeggiato alla grande. Quali sensazioni ha provato per questa promozione?

Alessio: “Traguardo incredibile si ma meritato anche se sono molto deluso per come ha risposto la popolazione. Sembra che fosse tutto dovuto, per la prima volta che si vince il campionato di Promozione mi aspettavo tutt’altro come entusiasmo“.

Fabiano: “Una sensazione bellissima, e vedere tutta una comunità che ci considera come gli artefici di questa promozione storica non ha prezzo. Ma era scontata perché eravamo sicuri di riuscirci fin dall’inizio“.

Quando avete capito che era fatta e che avreste vinto? Solo quando è arrivata la vittoria matematica?

Alessio: “No, già dalla prima partita io credevo che ce l’avremmo fatta. Ero sicuro che questo gruppo avrebbe conquistato questo successo“.

Fabiano: “Ho capito che era fatta quando abbiamo vinto a San Giovanni in Fiore contro la Silana e contemporaneamente l’Amantea ha pareggiato in casa col Cariati. Lì non ho avuto più dubbi“.

Secondo voi qual è stato il segreto di questa squadra e a chi vanno attribuiti i meriti maggiori?

Alessio: “Il vero segreto è stato che si è creato un gruppo modello famiglia. Il merito grande va ad una società fatta da poche persone ma che ci hanno messo l’anima. Ovviamente sul campo grande merito alla squadra e a mister Trapasso“.

Fabiano: “Il segreto è un gruppo affiatato da 2 anni, e con qualche ritocco fondamentale abbiamo chiuso il cerchio. Poi i meriti vanno in primis al mister Trapasso che ha saputo guidare questa squadra e poi molto importante a noi società che l’abbiamo allestita e l’abbiamo mantenuta tranquilla e serena anche nei momenti difficili“.

Anche se è ancora presto, quali prospettive ci sono per il Cotronei in Eccellenza?

Alessio: “Per me è stato un grande traguardo, per il futuro penso che ci sarà poco spazio, sarà difficile continuare visto che l’Eccellenza sarà un campionato che richiede molto tempo e persone; io sarò sempre al fianco di chi vorrà continuare (non ci sono le condizioni) comunque faccio un in bocca al lupo a questa grande famiglia. Speriamo che il calcio continui a Cotronei“.

Fabiano: “Adesso ci godiamo questa promozione in Eccellenza e poi ripartiamo con dei progetti nuovi e pieni di novità, le posso solo dire che si stanno avvicinando diversi miei colleghi imprenditori che, interessati al nostro progetto, dovrebbero far parte di questa nostra famiglia“.

Lascia un commento

Scroll To Top