Coppa Calabria, vince Lamezia al tie-break. Metal Carpenteria ko

Coppa Calabria, vince Lamezia al tie-break. Metal Carpenteria ko

Va al Lamezia anche la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Calabria ma la Metal Carpenteria ha disputato una gara di grandissimo livello, mettendo in seria difficoltà la blasonata squadra lametina che è riuscita ad avere la meglio solo al tie-break. I tecnici schierano in campo i migliori sestetti, le padrone di casa puntano tutto sui fondamentali di battuta e difesa per spaccare il set, Crotone cerca l’equilibrio del proprio gioco chiamando in causa i centrali Previtera e Scida che sono chiamati agli straordinari. Pronti-via e Lamezia vola subito lasciando al palo Crotone, la squadra di Asteriti dopo poche rotazioni ritrova la verve giusta e dimezza lo svantaggio iniziale, ma sale in cattedra Bonfiglio che mette a terra due palloni pesanti difesi dal sempre verde libero Spaccarotella, si va sull’1-0 e qualificazione quasi in tasca Lamezia.  La squadra di casa inizia il secondo set alla grande, dall’altra parte Asteriti corre ai ripari le carte in tavola, Scida lascia il posto a Cosentino e Silvia Reale si piazza posto 4, inizia un’altra partita. La Metal Carpenteria mette punti in cascina con Bitonti e Pioli ben servite da Miriam Reale che alterna varia il gioco anche con i centrali facendo impazzire il sistema di muro difesa lametino. Sul 24-22 per Crotone arriva la reazione lametina, si va ai vantaggi ma è la Metal Carpenteria a spuntarla 26-24. Il terzo parziale è sempre equilibrato, ogni tanto arriva il break di Lamezia che mette punti di scarto tra le due squadre, sul 13-10 un blackout della ricezione Crotone fa avanzare il punteggio sul 17-10: time out di mister Asteriti, Lamezia interrompe la serie positiva e si inizia a giocare punto a punto fino all’infortunio occorso a Miriam Reale che rimedia una ginocchiata in testa che le mette fuori gioco, per lei la partita finisce qui. La Metal Carpenteria perde il regista, Pioli prende il suo posto ma la rotazione è troppo caotica, Lamezia abbassa la guardia concedendo qualcosa ma si aggiudica set e qualificazione. Sul 2-1 Guzzo da spazio alle riserve, mantiene 4 titolari su 7, Crotone si riorganizza e fa suo il quarto parziale, 25-18 il punteggio finale.

Nel time-out Lamezia non ci sta a perdere pur avendo in tasca la qualificazione, le due squadre giocano al meglio ma la battuta delle ragazze lametine scava un solco nella ricezione pitagorica  che soffre e va sotto fino al 12-3, Pioli in regia commette fallo di posizione, l’arbitro la sanziona e mette la parola fine ad un incontro comunque positivo per la Metal Carpenteria.

«Abbiamo giocato una buona gara – ha commentato Asteriti a fine gara – trovando le soluzioni a diversi problemi, siamo sulla strada giusta, ho visto finalmente la regia di Miriam Reale tornata ai fasti di un tempo, così come il libero Raffella Stasi, adesso ci concentriamo sul campionato, domenica dobbiamo fare punti per rintuzzare l’attacco del gioiosa e conservare il quinto posto».

La Metal Carpenteria infatti domenica  sarà di scena a Siderno contro la Sensation. 

Lascia un commento

Scroll To Top