Castellese a valanga sul Savelli. Terzo posto riagguantato

Castellese a valanga sul Savelli. Terzo posto riagguantato

GIOVENTU’ SAVELLI-CASTELLESE 2-9

GIOVENTU’ SAVELLI: Torcasso, A. Marasco, Greco, Tridico (38’ st Pontieri), S. Chiarello (21’ st Barbaro), Gentile, Notaro (38’ st P. Cerminara), A. Anania, A. Cerminara, Balsamo, Bevilacqua (30’ st M. Marasco). In panchina: G. Chiarello, Lautieri, Mirabelli. Allenatore: Barbato

CASTELLESE: Bilotta, Marra, Pugliese, D. Bartone, Gigliarano, Gianquinta, Leone, Franco (30’ st Manfredi), Piperis (38’ st Guareri), Chiodo, Liserra (15’ st Liò). Allenatore: G. Bartone

ARBITRO: Basile di Crotone

MARCATORI: 21’ pt A. Marasco (C, aut.), 25’ pt Chiodo (C), 40’ pt Franco (C, rig.), 7’ st Franco (C), 19’ st A. Cerminara (S), 22’ st Franco (C), 25’ st Chiodo (C), 32’ st Chiodo (C), 34’ st Balsamo (S), 36’ st Manfredi (C), 45’ st Chiodo (C)

SAVELLI (Kr) – Davanti ad una bella cornice di pubblico che ha partecipato con grandissimo entusiasmo nonostante il brutto risultato subito. I ragazzi di Barbato vengono demoliti dalla Castellese (2-9), che grazie a questa vittoria si riporta al terzo posto  in classifica e lancia la sfida a Cotronei e San Leonardo in vista dei play-off. E’ la legge dello sport. Ha vinto la squadra più forte. Quest’oggi  in giornata di grazia. Irresistibile. La Gioventù Savelli è stata poco fortunata in alcuni episodi,  ma non può recriminare nulla. Gli ospiti hanno vinto quasi tutti i confronti individuali, mostrando un calcio di categoria superiore fatto di possesso palla e verticalizzazioni improvvise, con individualità di spicco (Franco, Chiodo e l’immortale allenatore-giocatore Piperis), una difesa di ferro e un centrocampo organizzato.  Comunque l’aver portato a termine il campionato , l’ottava posizione con ben tre compagini alle spalle e l’aver riportato il calcio giocato a Savelli rappresentano comunque un grande traguardo per la società silana. Inoltre perdere contro questa Castellese  non è una vergogna, anzi. Unico rammarico la pesante batosta subita. Ma questo non deve fare dimenticare tutto quello di positivo fatto vedere fino ad ora dai silani, e  deve servire come esperienza per il futuro: la fragilità psicologica e i molti errori individuali verificati nelle ultime tre apparizioni non devono ripetersi più.

Già dalle fasi iniziali del match gli ospiti partono forte e sfiorano con Franco, Chiodo e Piperis, la netta supremazia ospite si concretizza col vantaggio al 21’ , scaturito da una sfortunata autorete di A. Marasco. Al 25′ arriva anche il raddoppio firmato da Chiodo, autore di una devastante azione personale. I padroni di casa ,con una reazione d’orgoglio cercano di rientrare in partita e vanno alla ricerca del gol ma proprio nel momento migliore del Savelli, arriva il gol del 3-0 firmato da Franco su calcio di rigore. Nella ripresa la Castellese dilaga e si porta sul 9 a 2 finale, le reti sono realizzate: da  Franco al 7’ e al 22’ che firma così la sua tripletta personale, dedicata al co-presidente della Castellese  Fabrizio Chiodo, reduce da  un intervento chirurgico al ginocchio, da Chiodo al 25′, 32′ e 45′ autore così di un fantastico poker e dal presidente-giocatore  Manfredi, che vista la situazione d’emergenza dei suoi ragazzi, dimostrando grande attaccamento alla maglia è sceso in campo. Per i padroni di casa, i gol sono siglati: da Antonio Cerminara al 19′, abile ad insaccare la palla in rete dopo aver raccolto la respinta della barriera, sugli sviluppi di una punizione dal limite calciato da Balsamo  e  dallo stesso  Balsamo al 33′ che  dopo aver sorpreso sul filo del fuorigioco la difesa avversaria insacca Bilotta con un bel pallonetto. Grazie a questa rete, il capitano savellese, si porta a quota 8 nella classifica marcatori. Da segnalare l’ingente nevicata avvenuta nel corso della partita ,cosa insolita per la stagione primaverile.

Lascia un commento

Scroll To Top