Cariati trascina il Taverna. Il Pallagorio regge soltanto un tempo

Cariati trascina il Taverna. Il Pallagorio regge soltanto un tempo

PALLAGORIO-TAVERNA 1-3

US PALLAGORIO: Parise (22′ pt De Giacomo), F. Pullo, Mancuso (32′ st Baffi), G. Basta (34′ st E. Bonanno), Mustacchio, P. Gentile, Mele (18′ st Ruggiero), Gulu, Forcinito, Cua (38′ st Scaramuzzino), A. Basta. A disposizione: Biafora, F. Gentile. Allenatore: E. Bonanno.

TAVERNA: Di Marco, Puleo, C. Cosentino (6′ pt Garcea), Cariati, Giglio, F. Cosentino (41′ st Corigliano), Minoliti, Colosimo, Corea, Ruga (41′ st Viscomi), Pupo (12′ st Benincasa). Allenatore: Folino.

ARBITRO: Sig. Matteo Fede di Rossano.

MARCATORI: 1′ st Cariati, (T), 28′ st F. Cosentino (T), 34′ st Ruggiero (P), 36′ st Cariati (T).

NOTE: ammoniti: Mancuso (P), Pupo, Ruga, Benincasa e Puleo (T). Recupero: 1 pt – 4min. st

 

Missione compiuta, vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Taverna, tre punti importanti che la proiettano in compagnia del Morrone al vertice della classifica. Per l’Us Pallagorio invece ancora una volta gira tutto storto ed esce sconfitto dal “S. Cristoforo” al termine di una prestazione tutto sommato buona.

Primo tempo giocato bene da tutte e due le squadre, ma fatta eccezione di un palo colpito da Giglio su punizione non c’è altro di importante da segnalare. La sfida con i bianco azzurri (in giallo per l’occasione) però il Taverna la vuole chiudere subito e entra in campo per disputare il secondo tempo con un approccio più deciso; pronti via e neanche un giro di lancette e Cariati in posizione defilata insacca De Giacomo.

Ora per il Taverna squadra esperta che gioca da diverso tempo insieme, colladauta tecnicamente e che concede poco agli avversari è tutto molto più facile gestire la partita, con rapide ripartenze prova a colpire ancora e in una, di cui si rendono protagonisti Giglio e F. Cosentino, portano il punteggio sul 2 – 0 a loro favore.

L’Us cambio qualche uomo e l’ingresso di D. Ruggiero in campo pare porti giovamento, infatti a 10 minuti della fine accordia lo stesso Ruggiero, un po’ in dubbio la posizione ma pregevole lo scambio al limite con Gulu da cui ha ricevuto la palla con cui batte il portiere avversario in uscita.

Ma l’illusione di una clamorosa rimonta dura solo pochi attimi perché Cariati (ancora lui) fissa in modo rocambolesco il 3 – 1 finale. Taverna in vetta, Pallagorio in fondo ma visto oggi è ancora più consapevole di avere quello che gli serve per giocarsi fino alla fine la salvezza.

 

 

Lascia un commento

Scroll To Top