Brutta pagina di pallamano a Terranova: i padroni di casa vincono ma la Puliverde è stata aggredita

Brutta pagina di pallamano a Terranova: i padroni di casa vincono ma la Puliverde è stata aggredita

Amatori Terranova – Puliverde Crotone: 26 – 20 (risultato pt: 11 – 10)

AMATORI TERRANOVA: La Fontana A., Scirrotta 4, Scarpelli, Pugliese A. 4, Corso 3, Borromeo 6, Gulotta 3, Di Marco 1, Smiriglia 5, Perrone, La Fontana G., Cassetti, Mauro, Oliva. All.: Pugliese E.

PULIVERDE CROTONE: Gentile, Gerace 1, Gigliarano 2, Perri R. 9, Perri M., Gallucci, Fiorenza A., Cortese, Martino 1, Malerba 5, Di Bona, Liotti, Lo Guarro, Fiorenza M. All.: Liviera.

 

Ci sono delle partite che entrano nella storia per la loro importanza, altre per come sono disputate altre ancora per quello che succede fuori dal campo prima, durante e dopo l’incontro. Quella cruciale di sabato disputata a Terranova da Sibari fra i padroni di casa dell’Amatori Terranova e la Puliverde Crotone valida per la promozione in serie A2 (le due squadre erano a pari punti in classifica chi vinceva otteneva la promozione) è finita nel peggiore dei modi. Si è scritta probabilmente la pagina più brutta e vergognosa della pallamano calabrese. A fine partita il presidente della Puliverde Crotone, un dirigente ed alcuni giocatori sono stati aggrediti da parte di molti dei tantissimi spettatori che sono entrati in campo. Non c’è stata nessuna tutela da parte della società ospitante.

Nonostante tutto la dirigenza crotonese ha deciso di non sporgere denuncia, ma la vile aggressione lascerà grossi strascichi sul prosieguo dell’attività di questa società. Non si può pensare che per una partita di pallamano, per quanto importate e tra l’altro vinta dalla squadra di casa, si possa arrivare a rischiare l’incolumità fisica. Questo non è più sport, non è quello per cui tutta la Puliverde Crotone si sacrifica. Se la pallamano in Calabria, giustamente rappresentata dall’Amatori Terranova in quanto squadra che milita nella serie maggiore, è questa allora la Puliverde non ci vuole stare più. A Terranova le partite sono state sempre maschie, spesso sono finite in modo non amichevole, ma sabato si è superato ogni limite di decenza. Non è costume della società crotonese lamentarsi degli arbitraggi, di quello che succede ai bordi del campo, degli insulti e del clima ostile, ma questa volte è stato superato ogni limite ed è giusto che tutti sappiano il rischio che si corre quando si gioca a Terranova da Sibari.

È normale che quanto successo spedisce in secondo piano la partita che i crotonesi hanno disputato alla grande. Contro avversari che hanno giocato al limite del regolamento, una coppia arbitrale che non è apparsa nella sua migliore giornata ed un ambiente che definire ostile è un eufemismo, i pitagorici hanno messo in campo una prestazione maiuscola. Solo nei minuti finali hanno dovuto cedere dopo aver lottato e tenuto in piedi una partita giocata per molti minuti con un uomo in meno. Per i crotonesi gli allontanamenti per due minuti sono stati molto più numerosi di quelli dei padroni di casa. La sensazione è che una partita del genere disputata in campo neutro e con la coppia arbitrale nella sua giornata migliore sarebbe terminata con un punteggio diverso. Però con i se e con i ma non si va da nessuna parte, l’Amatori Terranova ha vinto ed ha conquistato la promozione in serie A2. Una vittoria al veleno macchiata da un’aggressione che non fa bene allo sport e alla Calabria.

 

2 Commenti

  1. Rimuovete questo articolo che fate pena! Siete venuti a rovinare i nostri festeggiamenti cacciando scuse dell’altro mondo! Il vostro presidente dovrebbe imparare un po’ di educazione e portare rispetto alle altre persone(se prova ad aggredire lui per primo mi sa che Ragione neanche nella tomba l’avrete)! I fatti vi sono stati raccontati in malo modo…. Impossibile che li a Crotone non perdiate mai MERITATAMENTE! Solo per colpa degli arbitri o degli avversari che giocano troppo duro o della tifoseria che fa PAURA e vi ha fatto tornare a casa piangendo! Noi andiamo in Serie A voi restate in B scrivendo articoli vergognosi come questo! Invece di tornare negli spogliatoi con la testa bassa e stare zitti, avete iniziato a fare casino pur di rovinarci i festeggiamenti! VERGOGNA!

    Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

    • A fine partita dirante i festeggiamenti alcuni giocatori e cosa più grave un dirigente della puliverde ,hanno mancato di rispetto a persone che stavano festeggiando con la squadra di casa insultandoli personalmente e anche su familiari che magari non ci sono nemmeno più. Poi quello che è stato detto nell’articolo non è assolutamente vero , perché gli atleti della squadra di casa hanno bloccato tutto quello che si era scatenato , e dirò di più, altri atleti della puliverde sono scesi dalle scale che portano agli spogliatoi per continuare la brutta piega causata dalle parole offensive dei loro compagni di squadra … Ammettete le vostre colpe e dite almeno la verità in quello che scrivete …
      grAzie !!

      Like or Dislike: Thumb up 0 Thumb down 0

Lascia un commento

Scroll To Top