Belvedere-Verzino, tutto nella ripresa: Mangone risponde a Bevilacqua

Belvedere-Verzino, tutto nella ripresa: Mangone risponde a Bevilacqua

BELVEDERE SPINELLO-VERZINO 1-1

BELVEDERE SPINELLO: Corigliano C., Basile P., Andracchio V., Novello A., Falzetta D., Rosa C. ( Marrazzo M. 43′ s.t.), Mangone F., Benincasa F., Cortese F., Cordua E., Oliverio I. In panchina : Rosica F., Gabriele T. Dirigente accompagnatore: Procopio L.

VERZINO: Guzzo B., Pettinato A., Rizzo A., Caputo F., Caputo A., Rizzo L., Turano A. ( Scaramuzza N. 45′ s.t.), Balsamo M. (Marino P. 13′ s.t .), Liperoti R. (Avenoso G. 38′ s.t .), Iocca M., Bevilacqua V. In panchina: Levato G., Lapietra C., Biafora A. Allenatore: Arcuri S.

ARBITRO: Tesoriere di Crotone.

MARCATORI: 16′ s.t Bevilacqua V. (V), 35′ s.t. Mangone F. (B).

Il rilevante scontro d’alta quota del Giuseppe De Mattis, termina in parità, 1a 1. Una meravigliosa acrobazia di Bevilacqua all’ottavo gol stagionale, illude Arcuri ma Mangone lo riprende a dieci dalla fine. Risultato tendenzialmente giusto, una sconfitta sarebbe stata una punizione troppa severa per i padroni di casa. Bicchiere mezzo pieno per entrambe le compagini: punto di fondamentale importanza per continuare a coltivare le ambizioni playoff .

Match molto tattico e rude. Deludente però sul piano tecnico, vista la qualità delle rose. Ha prevalso la paura di non prenderle ed il timore verso l’avversario. Avvio soft, con la palla prevalentemente a centrocampo, Oliverio ben imbeccato da Rosa, prova a far cessare la noia,ma calcia debolmente e non impensierisce Guzzo. Al 12′ Cortese di testa, su rimessa di Basile,manda alto. Primo squillo verzinese al 23′ con Balsamo,il tiro del numero 9 finisce fuori di poco. Al 37′ Novello respinge un tiro di Liperoti destinato nello specchio della porta.

Nella ripresa Luigi Rizzo e compagni entrano con un altro piglio e sfiorano il vantaggio con Liperoti, abile a sfruttare un disimpegno errato di un avversario ed a involarsi verso Corigliano. Ma questo è solo il preludio alla rete ospite, gesto spettacolare che vale da solo il prezzo del biglietto: Pettinato mette un cross coi contagiri, Vito Bevilacqua con un movimento da categoria superiore si libera del proprio marcatore e in sforbiciata da fuori area, batte l’incolpevole Corigliano mandando letteralmente il pubblico in visibilio.

Subito lo svantaggio il Belvedere si ricompatta e con cuore e carattere cerca la rete del pareggio. Nonostante lo sforzo, non riesce però a rendersi pericoloso, grazie all’ottima tenuta del pacchetto arretrato ospite, guidato alla grande da A. Rizzo. Anzi il Verzino, avrebbe anche le occasioni per raddoppiare ma non riesce a sfruttare bene le ripartenze. Al 34’s.t. Guzzo, in versione spider man, salva prima su Rosa e poi su Cortese. Dall’angolo seguente F. Mangone,con un maestoso stacco di testa, coronando una prestazione da urlo trova la rete del pareggio.

Un minuto dopo, sulle ali dell’entusiasmo, ancora Mangone sfiora il gol del sorpasso, ma questa volta Guzzo con un intervento prodigioso non si fa sorprendere. Nel finale occasionissima per gli uomini di Arcuri, ma davanti a C.Corigliano Panto Marino la spreca. Dopo quattro minuti di recupero, in cui prevale il nervosismo e s’incattivisce la contesa, arriva il triplice fischio del signor Tesoriere di Crotone.

Lascia un commento

Scroll To Top