Asd Cutro, finalmente si potrà giocare sul proprio terreno di gioco. La fine di un incubo

Asd Cutro, finalmente si potrà giocare sul proprio terreno di gioco. La fine di un incubo

Due stagioni difficili, con incredibili problemi nel dover affrontare un campionato di Eccellenza senza poter giocare sul proprio campo. Due anni di esilio tra San Leonardo, Isola Capo Rizzuto, Cotronei, Botricello. Due stagioni condite da due miracoli sportivi. Ora l’Asd Cutro si appresta a ritrovare il calore dei propri tifosi, e nella seconda giornata di campionato contro il Roggiano potrebbe già giocare nel proprio campo sportivo.

Il sindaco Salvatore Divuono e la nuova amministrazione comunale sono riusciti a creare una sinergia con la Provincia per ottenere il nullaosta. Pochi lavori rimangono da completare, ed entro 10 giorni tutto potrebbe essere messo a posto. Una grande conquista per la società guidata dai presidenti Talarico e Pupa: giocare a Cutro comporterà non solo un risparmio economico, ma anche un provvidenziale riavvicinamento tra la squadra ed il paese. Lo meritava una società che da tantissimi anni, anzi decenni, onora con grandi risultati il calcio dilettantistico regionale, basti pensare che è la squadra con maggiori presenze in Eccellenza tra quelle iscritte a questo campionato.

Lascia un commento

Scroll To Top