Ancora una vittoria per la Pallamano Crotone, battuto il Serra Fasano

Ancora una vittoria per la Pallamano Crotone, battuto il Serra Fasano

Pallamano Crotone – Serra Fasano: 28 – 22 (risultato pt: 15 – 12)

PALLAMANO CROTONE: Lo Guarro, Fiorenza 1, Pedullà 7, Lonetto 4, Gentile 3, Ferraiuolo 2, Malerba 7, Cortese, Vrenna, Riganello, Caristo, Cosentino, Giaquinta, Lucente, Mariano 4, Berlingeri. All.: Cusato.

SERRA FASANO: Colucci 3, Gallo M. 9, Gallo G. 4, Guarini, Monopoli, Nardone, Passiatore 3, Pugliese, Raimondi 2, Tasca A., Tasca F. 1, Trapani. All.: Cassone.

ARBITRI: Merone e Iele di Benevento

 

Che forte questa Pallamano Crotone! Prestazione superlativa della formazione del tecnico Antonio Cusato che batte con personalità l’ostico Serra Fasano e lo fa con sicurezza. La squadra sta mostrando crescita e maturità nella conduzione delle partita. Seconda vittoria consecutiva e terzo risultato utile consecutivo per i pitagorici che si confermano la più bella sorpresa di questo inizio di campionato. Brucia adesso il pareggio all’esordio di stagione sul campo di Altamura.

Si torna finalmente a giocare al Palakro. Dopo un anno e pochi giorni la Pallamano Crotone ritorna e dimostra di non aver perso il feeling con il proprio palazzetto. Riprende esattamente da dove aveva lasciato con una vittoria netta ottenuta contro una squadra di Fasano. Era il 29 febbraio 2020 quando i rossoblù battevano il Fasano per 36 a 26 ancora ignari di quello che sarebbe successo da li a poco.

Il Serra Fasano conferma una difesa dura fino ai limiti del regolamento, aggressiva, alta sulla nove metri e con un paio uomini sempre fuori a pressare e infastidire l’azione offensiva dei padroni di casa. Difese quasi a specchio perché anche il Crotone è molto aggressivo e non sta schiacciato sulla sei metri. Inizio a ritmi altissimi quasi frenetici, le squadre però sono lucide, non sprecano un pallone e riescono quasi sempre a liberare l’uomo al tiro. Avvio molto equilibrato con il Serra Fasano che si è portato anche in vantaggio, ma il Crotone con una serie di azioni perfette piazza un break importante e si porta avanti di quattro lunghezze grazie a Malerba (nella foto in alto) che dopo un paio di occasioni sbagliate aggiusta la mira e non ne sbaglia più. Per lui il referto finale dirà sette reti. Gli ospiti resteranno in partita fino a sette minuti dalla fine, ma sarà una partita di inseguimento perché in ogni caso resteranno sempre sotto nel punteggio. L’attacco crotonese ha fatto il suo, anche se c’è ancora qualche errore da limare, e recrimina per i tre pali colpiti e il rigore sbagliato. È stata però la partita dei portieri. Lo Guarro si è esaltato ed è stato insuperabile, con le sue parate che avvilito i giocatori ospiti, ma Cortese che gli ha dato il cambio non è stato da meno.

Il primo tempo si chiude con i pitagorici in vantaggio di tre lunghezze, ma potevano essere almeno un paio in più se nella battute finali non avessero sbagliato qualche conclusione, abbastanza semplice, di troppo. Nella seconda frazione di gioco la voglia di vincere delle due formazioni è stata più forte di ogni cosa ed è normale che ci sia stata un po’ più di confusione in campo, ma la Pallamano Crotone non si è fatta prendere dalla frenesia e ha capito bene quando è stato il momento di accelerare e quando invece rallentare, insomma ha gestito bene la gara e il tempo.

Bellissima questa Pallamano Crotone che ha tre segreti per questo avvio folgorante di stagione. Il primo, finalmente il tecnico ha sempre lo stesso gruppo di giocatori agli allenamenti (con piccolissime eccezioni), senza infortuni o gente che si trova fuori per studio o lavoro; il secondo finalmente si gioca con un una certa continuità e non con partite continuamente intervallate da pause che fanno perdere il ritmo; infine un gruppo di amici che sul campo si diverte, gioca ma che soprattutto vince.

Lascia un commento

Scroll To Top