Amatori, la semifinale playoff Roccabernarda-Sersale si deve rigiocare. Altro errore arbitrale

Amatori, la semifinale playoff Roccabernarda-Sersale si deve rigiocare. Altro errore arbitrale

Non è la prima volta che succede in questa stagione, anzi, è forse la terza nelle gare dilettantistiche che riguardano squadre crotonesi o del circondario: un arbitro che sospende una partita ma che poi viene redarguito dal giudice sportivo per l’eccessiva severità nell’averlo fatto. Succede anche nella semifinale del torneo Amatori tra Real Roccabernarda e Sersale. Pubblichiamo le motivazioni.

GARA DEL 2/06/2018

REAL ROCCABERNARDA – SERSALE CALCIO 1975

Il Giudice Sportivo Territoriale, rilevato che, al 45’ del primo tempo, a seguito dell’espulsione del calciatore Borelli Salvatore, n. 45 del Sersale Calcio 1975, e reazione verbale aggressiva, non precisata, da parte dello stesso, nonché da parte di alcuni calciatori e componenti della panchina della suddetta squadra, non identificati, protattasi anche all’ingresso negli spogliatoi da parte di alcuni calciatori della squadra ospitante, l’arbitro decretava la sospensione della gara temendo per la propria incolumità e richiedeva l’intervento delle forze dell’ordine;

rilevato che, la generica descrizione dei fatti, per come è dato evincere dalla lettura del supplemento di rapporto, non offre puntuali e circostanziati da cui desumere la paventata situazione di pericolo in cui si sarebbe venuto a trovare l’arbitro, risultando, di contro, riferibile ad una situazione di nervosismo, esasperata ulteriormente dal comportamento, censurabile, del calciatore Torchia Carmine, il quale prendeva a calci la porta dello spogliatoio arbitrale;

rilevato, pertanto, non sussistere le condizioni per sospendere la gara. Per i su esposti motivi delibera

1. La ripetizione della gara da disputarsi mercoledì 6 giugno 2018, con inizio alle ore 16:00;

2. Squalificare il calciatore Torchia Giancarlo per 1 gg;

3. Squalificare il calciatore Borelli Salvatore per 3 gg per ripetute frasi dal contenuto offensivo e irriguardoso nei confronti dell’arbitro;

4. Squalificare il calciatore Torchia Carmine per 4 gg per aver assunto un comportamento gravemente minaccioso nei confronti del direttore di gara prendendo a calci la porta dello spogliatoio arbitrale ai fini di un’eventuale aggressione;

Lascia un commento

Scroll To Top