Alè Crotone, batte il Pescara con un poker e vede la serie A sempre più vicina

Alè Crotone, batte il Pescara con un poker e vede la serie A sempre più vicina

CROTONE-PESCARA 4-2

CROTONE: Cordaz; Garcia Tena (dall’11’ st Cremonesi), Claiton, Ferrari; Zampano, Barberis, Paro (dal 33′ st Sabbione), Martella; Ricci (dal 38′ st Stoian), Budimir, Palladino. In panchina: Festa, Balasa, Modesto, Delgado, De Giorgio, Torromino. Allenatore: Juric.

PESCARA: Fiorillo; Crescenzi, Fornasier, Mandragora, F. Zampano;  Torreira (dal 33′ st Verde), Verre, Memushaj; Caprari (dal 39′ st Cocco), Benali (dal 13′ st Pasquato); Lapadula. In panchina: Aresti, Selasi, Zuparic, Bruno, Mitrita, Vitturini. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Maresca di Napoli.

MARCATORI: 5′ pt Claiton (C), 16′ pt Palladino (C), 27′ pt Caprari (P), 29′ pt G. Zampano (C), 8′ st Ferrari (C), 21′ st Memushaj (rig.) (P).

AMMONITI: Garcia Tena (C), G. Zampano (C), Lapadula (P), Claiton (C), Budimir (C), Cremonesi (C), Paro (C)

NOTE: al 22′ st espulso dalla panchina Juric (C) per proteste.

 

Serata meravigliosa allo Scida. I 9.000 presenti hanno potuto ammirare un Crotone in grande salute che ha vinto una sfida forse decisiva per la promozione in serie A. Spettacolo merito anche di un Pescara che attacca bene e crea pericoli, ma è incredibilmente svagato in difesa. Meritatissima la vittoria dei rossoblù, partiti fortissimi. Il vantaggio lo sigla Claiton sugli sviluppi di un angolo. Raddoppio poco dopo il quarto d’ora con Palladino che incrocia di diagonale trovando l’angolino basso. Il Pescara accorcia con un tiro di Caprari dal limite deviato involontariamente dalla schiena di Garcia Tena. Passano solo due minuti e Palladino pesca sul secondo palo Zampano che, sfruttando una uscita disastrosa di Fiorillo insacca di testa a porta libera.

Nella ripresa dopo pochi minuti Ferrari di testa su angolo sigla il poker. Gli ospiti tornano in vita con un rigore concesso per fallo di Paro e trasformato da Memushaj. Cordaz è poi bravissimo ad evitare che i pescaresi possano tornare in gara. Il Crotone in contropiede potrebbe segnare ancora ma non è molto preciso. Finisce 4-2 ed è quasi una festa per la A alla fine: +14 sul Novara terzo, ormai è quasi fatta.

 

 

Lascia un commento

Scroll To Top