Al San Fili non riesce l’operazione sorpasso. Il Cutro prende un punto e rimane in testa

Al San Fili non riesce l’operazione sorpasso. Il Cutro prende un punto e rimane in testa

SAN FILI-CUTRO 0-0

SAN FILI: De Marco, Pasqua, Agostino (dal 31’ st Ruffolo), Caruso, Lo Feudo, Napoli, Prete (dal 33’ st Bartucci), Perri, Spadafora, Rizzo, Bruno (dal 36’ st Benvenuto). In panchina: Piacente, Sottile, Costabile, Lanza. Allenatore: Bacilieri

CUTRO: G. Menzà, Franco (dal 24’ st Crugliano), Le Rose, Arabia, Martucci, Maione, Balsamo, Riolo, Parentela, Conversi (dal 24’ st Tambaro), Aiello (dal 24’ st Muscatello). In panchina: L. Menzà, Olivo, Anellino, Camposano. Allenatore: Condito

ARBITRO: Michienzi di Lamezia Terme (Olivadoti e Mondella)

NOTE: Espulsi: al 21’ st Maione (C), al 42’ st Spadafora (S).

Finisce senza reti il big match dell’undicesima giornata di Promozione. La capolista Cutro supera uno degli ostacoli più dura, uscendo indenne dal campo del forte San Fili che già pregustava il sorpasso. Nonostante il risultato ad occhiali la gara è stata abbastanza vivace ed entrambe le formazioni avrebbero potuto conquistare l’intera posta in palio.

Nel primo tempo la squadra di casa è pericolosa in un paio di circostanze, ma Menzà dimostra, nonostante la giovane età, di non soffrire per niente la tensione della grande sfida. La squadra di mister Condito non sta certo a guardare, e con il solito Riolo si rende sempre pericolosa. Il talentuoso trequartista crotonese impegna severamente De Marco.

Nella ripresa il copione non cambia. La qualità delle due squadre è evidente, ma le difese sono ben organizzate e non mostrano alcun segno di cedimento. La squadra ospite rischia a metà ripresa quando Maione viene espulso dal direttore di gara. Condito corre ai ripari inserendo Tambaro per rinforzare la retroguardia sacrificando l’attaccante Conversi. Negli ultimi minuti viene anche ristabilita la parità numerica per l’espulsione di Spadafora.

Il Cutro porta quindi a casa un pareggio che lo conferma alla guida della classifica, anche se la stessa è molto corta. La crescita dei biancoazzurri è però esponenziale come confermano i risultati dell’ultimo mese e mezzo e il futuro sembra davvero roseo per la compagine cutrese.

Lascia un commento

Scroll To Top