Academy Petilia, lettera di dimissioni del presidente Saporito

Academy Petilia, lettera di dimissioni del presidente Saporito

Ernesto Saporito ha rassegnato le dimissioni da Presidente dell’Academy Petilia, squadra petilina di II Categoria, che ha concluso il Campionato appena terminato al 7° posto in Classifica. La squadra è composta da giocatori e società, compreso lo staff tecnico, tutti di Petilia Policastro. Saporito ripercorre i due anni definendoli molto positivi.

La squadra l’abbiamo creata due anni fa ed in due anni l’Academy Petilia ha vinto il Campionato di Terza Categoria, andando direttamente, senza passare dai play off, in Seconda Categoria ed il Memorial Francesco Fratto “Bearzot”.
In Seconda, con una squadra tutta di Petilia Policastro, siamo arrivati al settimo posto.
Me ne vado, purtroppo, per impegni lavorativi sopraggiunti che mi impediscono di dedicarmi attivamente, come ho fatto in questi anni, a togliere i ragazzi dalla strada ed ad investire, anche dalle nostre parti, sullo sport sano e sul nostro territorio.
In una squadra si condivide tutto e si vince quando si sta tutti insieme . . .
Sono orgoglioso di questi due anni, dei risultati raggiunti, per nulla scontati, perché quando ho accettato di fare il Presidente, vista la mia giovanissima età, ho riscritto il record, diventando il Presidente più giovane della storia calcistica petilina.
Chiunque fosse interessato ad entrare in società può farlo, l’Academy Petilia è aperta a quanti intendono mettersi in gioco, mettendoci la faccia. Ci tengo a precisare che la squadra non è in vendita, chiunque può entrare a far parte del gruppo come giocatore, come socio, come staff, come Presidente; non ha debiti, i bilanci sono positivi e soprattutto non è un business: chi decide di far parte di questo mondo deve essere consapevole che qui si fa Volontariato, non ci si arricchisce economicamente ma certamente questa esperienza contribuirà alla crescita personale, umana, sociale e culturale, oltre che agonistica, di quanti vorranno farne parte.
In conclusione vorrei ringraziare tutti i giocatori, ad uno ad uno, i mister Gumari e Cropanese, la società che mi ha affiancato in questi due anni, i preparatori e soprattutto i cittadini di Petilia Policastro, i nostri tifosi e supporters che non si sono mai stancati di seguirci e di applaudirci.
Se siamo riusciti a realizzare questo sogno è per merito di tutti coloro i quali ci hanno creduto. Adesso bisogna riuscire a costruire una forte società che possa essere in grado di continuare questa avventura, per portare il cuore oltre l’ostacolo e per questo mi appello alla sensibilità dei tanti petilini che credono ancora in questo territorio e sulle sue potenzialità”.

Lascia un commento

Scroll To Top