A Petilia tutto fermo, il calcio rischia di scomparire

A Petilia tutto fermo, il calcio rischia di scomparire

Mentre a Pagliarelle qualcosa sembra muoversi, e la squadra per la Seconda categoria dovrebbe farsi, nel capoluogo tutto lascia presagire il peggio. Come ricorderete, al termine della passata stagione, tutta la dirigenza rassegnò le dimissioni, ad eccezione del socio Fabrizio Cosco, il quale restò per trattare con eventuali nuovi dirigenti che avessero a cuore le sorti della squadra.

Sono passati i mesi ma nulla è cambiato, in paese sembra esserci un disinteresse generale. A giorni scadono i termini per l’iscrizione al campionato di Seconda categoria, e nessuno si è fatto avanti per salvare la società. Incredibile come un paese di quasi 10 mila abitanti, e comunque grande anche se escludiamo la frazione Pagliarelle, rischi di restare senza una squadra di calcio.

In paesi più piccoli come Cotronei, Mesoraca, Roccabernarda, addirittura ce ne sono più di una. Un’assenza che avrà certamente ripercussioni pesanti dal punto di vista sociale, con decine di giovani che non avranno più lo sfogo del calcio e quindi dovranno trascorrere in modo diverso le loro serate ed i weekend.

Restano pochi giorni di speranza, anche le istituzioni dovrebbero fare qualcosa per consentire al Petilia di iscriversi al prossimo campionato, se non di Seconda quantomeno di Terza categoria.

Lascia un commento

Scroll To Top