2° Trofeo Nazionale “Città di Pitagora”, trionfo per la Kroton Nuoto

2° Trofeo Nazionale “Città di Pitagora”, trionfo per la Kroton Nuoto

E’ stato un vero successo sia di partecipazione che di pubblico. E’ questo il commento generale degli appassionati e degli addetti ai lavori che hanno vissuto una due giorni di sport nello splendido impianto olimpionico della città di Crotone. Indubbiamente gli sforzi dell’Amministrazione comunale per aprire e mantenere in attività la struttura natatoria cominciano a dare i frutti in termini di capacità di portare il nome sportivo natatorio della nostra realtà all’attenzione pubblica con la possibilità di ospitare eventi di grande rilievo.

La Libertas Mako Nuoto di Crotone con la collaborazione della ASD Nuoto Libertas di Crotone e del Consorzio Sportivo “Daippo” hanno saputo mettere in piedi un Meeting che ha suscitato molto interesse anche in campo nazionale. Il Comitato organizzatore ha lavorato alacremente per curare anche il minimo particolare al fine di accogliere le squadre ed i sostenitori in un ambiente consono all’importanza dell’evento. <<… tutto è andato per il meglio>> il primo commento di Giuseppe Frisenda delegato provinciale Libertas e Presidente della Libertas Mako Nuoto <<abbiamo avuto i complimenti sia della Libertas Nazionale che della FIN ma soprattutto delle squadre, atleti e dirigenti per l’ospitalità, la disponibilità e l’organizzazione. Questo ci ripaga per tutti gli sforzi profusi. Voglio ringraziare le società sportive che hanno collaborato con noi che dimostrano quanto l’unità e la comunione d’intenti possano portare lontano>>

Il primo risultato infatti è eclatante: la promessa da parte del Presidente Nazionale Libertas prof. Musacchia che il Trofeo “Città di Pitagora” dal prossimo anno, sarà un punto di riferimento per tutte le squadre agonistiche del meridione. La cerimonia di apertura con la benedizione del Parroco della parrocchia del Sacro Cuore Don Luca, e la presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Crotone Claudio Mole’, del Presidente del Comitato Regionale Calabro della Federazione Italiana Nuoto Alfredo Porcaro che hanno apprezzato lo sforzo organizzativo ed il “colpo d’occhio” che l’impianto ha dato ai partecipanti.

Ben 165 atleti in rappresentanza di dieci società, si sono alternati in acqua durante la due giorni di gare entusiasmanti ed avvincenti. Puglia, Campania e quasi tutta la Calabria hanno dato vita ad una manifestazione che per essere solo alla seconda edizione, ha dimostrato quanto sia stata centrata la data ed il luogo del suo svolgimento.

Passando poi all’aspetto tecnico le due squadre crotonesi hanno ben figurato con la Kroton Nuoto che si è imposta con merito vincendo il Trofeo con 1131 punti davanti al Gruppo Polisportivo Catanzaro con 1025 e  il GS Gabbiano Paola con 250. Nelle gare individuali la formazione del Presidente Crugliano ha raccolto ben 45 ori, 42 argenti e 26 bronzi dimostrandosi in grande forma.

Tra i record conseguiti spicca quello di Marco Palermo nei 50 Dorso categ. Esordienti “B” con un eccellente 36”73 sfiorando di soli tre centesimi di secondo anche quello dei 50m farfalla con 34”81. <<è un ragazzo con grandi doti e con un ottimo ritmo nella nuotata>> dice di lui Mister Fantasia. Le prestazioni degli atleti di casa sono state molto positive con alcuni nuotatori che si sono particolarmente distinti. Nella categoria Esordienti “B” Martina Tonolli in grande crescita prestazionale, Cristian Crugliano ottimo nei 100 rana in netta ripresa dopo un periodo di stop forzato ed il piccolo Daniele Buzzurro che vince i 50 rana con 44”0. Ottime prestazioni anche delle piccolissime del 2004 che si avvicinano sempre più alla tecnica delle 4 nuotate importante per loro una crescita sportiva.

Nella categoria Esordienti “A” il solito Stefano Torchia classe 2000 ha impressionato nelle gare veloci in particolare nei 50 farfalla con 30”88 che lo proietta tra i protagonisti per i Campionati Italiani Esordienti di Rovereto 2013. Molto performante anche nei 200 farfalla con 2’40”4 tempo che gli vale il primo posto. La piccola Malina Barbacariu regina delle gare a dorso, anche se non al 100%, porta a casa due ori nella sua specialità e vede con estrema positività l’appuntamento clou di Rovereto. Grande prestazione anche di Oppido Francesca nei 200 sl con 2’36”6 chiusi al secondo posto, mentre nei 50 sl con 33”22 sale su primo gradino del podio.

Nelle categorie “Ragazzi”, “Cadetti” e “Juniores”, migliore prestazione per Camilla De Meo che nella sua gara preferita, 100 farfalla ferma il cronometro sul tempo 1’08”80. La dimostrazione che quando un’atleta lavora tutti i giorni con determinazione e concentrazione i  miglioramenti sono costanti. Colurcio Miriana vince i 100 dorso con 1’10”70 tempo che gli vale il primo tempo assoluto in campo regionale. Prima anche nei 50 dorso con 33”12. Come lei in costante crescita anche Gennarini Alessandra e Marino Federica. Emanuele Buzzurro vince tutte le gare a dimostrazione della sua qualità: ottimo nel dorso, oro nei 100 e nei 200, atleta completo in ogni stile. Giuseppe Podella vince sia i 50 (34”40) che 100 rana in 1’16”6 e dimostra, dopo il rientro da un lungo stop, che la sua qualità e vitalità agonistica è rimasta invariata. L’atleta deve ancora migliorare molto dal punto di vista caratteriale convincendosi che i margini di miglioramento sono notevoli. Quando lo farà diventerà imprendibile. Felicia Pittelli anche se non al meglio, fa comunque intendere che quest’anno sarà protagonista nelle gare a stile libero e particolarmente nella rana dove, nei 100, chiude seconda con un eccellente 1’25”10.

Infine i “senatori” Pirozzi, De Meo, Pittelli, Rota, Scorza, Lumare, Amideo che sempre sul podio hanno portato punti e medaglie alla squadra contribuendo alla vittoria finale.

Ora si aspettano i prossimi importanti appuntamenti agonistici come le finali regionali esordienti e di categoria di Cosenza con la Kroton in prima fila per il podio a squadre. Ma l’evento clou sarà quello di Sabato 13 e Domenica 14 luglio a Crotone per le Finali Regionali “Assoluti” dove si cercherà di aggiungere un ulteriore elemento di qualità sia organizzativo che sportivo.

Lascia un commento

Scroll To Top